Che dire?

era da capire quando sarebbe successo, è partita la reazione.

l’inflazione ancora adesso chiede rendimenti bund maggiori

gli spread BTPBund hanno toccato 200 punti

era ora di una reazione.

Sarkozy l’ha detto, lo diceva Trichet, pare chiaro

“nessun paese viene lasciato indietro”.

Il fib sempre patetico a 20.000,  il dax riconquista 7.200 mentre il bund ancora tiene quota 126.00

visto il flow sulle borse sarebbe piu adatto vedree 125.70 e forse anche 125.40 ma la prudenza pare essere maggiore fra i trader di fixed income.

anche la volatilità e’ come al solito circa 30 40% dei quella della borsa quindi tutto regolare.

sotto 126.15 comuqnue ha fatto un lower low e si e’ messo in fase laterale negativa di nuovo.

sotto 125.40 inverte potentemente la tendenza.

Ancora lo spread btp(bund e’ alto, 126.00 -108.30 (settembre) fanno 1771 punti di differenza sul contratto.

resto dell’idea che si debba stringere a circa 1450 è da capire da che lato. l’inflazione chiamerebbe una tenuta o salita del btp ed una discesa del bund.

i ttimori dello scarso effetto degli interventi possono sostenee il bund e far risalire il btp parzialmente.

Il daily Ftsemib sta formando una figura di bottom da tre sedute come del resto gli altri mercati.

una chiusura sopra 19.900 gia la renderebbe pronta per la fase laterale a rialzo.

La resistenza interessante + data dal gap down a 20.200 sul contratto settembre del 15 mattina.

sopra 20.300 torna positiva per il medio periodo, ma come dicevamo, dipende molto dal fattore esterno della Grecia.