Settimana molto positiva per i titoli dei paesi periferici con in testa l’Italia e la Spagna che hanno collocato senza problemi molti miliardi di euro nelle rispettive aste con tassi decisamente in calo.

Sembra quasi che ci sia dimenticati della crisi dei paesi europei che purtroppo però è lungi dall’essere terminata e riserverà ancora delle sorprese negative nei mesi a venire per il perdurare di un economia in recessione ed in rallentamento per i paesi più virtuosi.

Come già accennavo la settimana scorsa stiamo entrando in una situazione molto delicata che si sta trasformando in vera e propria bolla obbligazionaria.

Gli emittenti ne approfittano garantendo rendimenti bassissimi con notevoli rischi se si investe a lunga scadenza (10 anni) dove la variabile prezzo diventa fattore preponderante.

Non resta che attuare una politica d’investimento prudente che preveda di accorciare le scadenze man mano che questa situazione non accenna a diminuire.

Nuove emissioni

Titolo         cedola    scadenza     prezzo    rendimento   rating    currency    isin

Banca pop.   4%       22/01/2016     100.39      3.86%          BB+       eur           XS0878091882

Di Milano

Banca in fase di ristrutturazione che nel breve periodo non dovrebbe avere grossi problemi pertanto si puo’ approfittare dell’ottimo rendimento offerto.

Verrà aggiunta al portafoglio modello

Portafoglio modello

Titolo         cedola      scadenza       prezzo     rendimento  rating    currency      isin

Banca pop.   4%         22/01/2016     100.39        3.86%          BB+      eur      XS0878091882

Di Milano

Iccrea           4%         26-11-2014     102.1825     2.765%       BBB      EUR     XS0857458086

Fiat Fin        6.125%    08-07-2014     103.8735     3.335%       BB-      EUR     XS0647263317

Nokia           6.75%     04-02-2019     106.2775%   5.50%        BB-      EUR      XS0411735482

Slovenia      5.50%    26-10-2022        104.5285     4.91%         A         USD     XS0847086237

Rep