Recupero del biglietto verde su questi primi movimenti correttivi, comunque nel breve periodo, delle borse che non sembrano pronte a storni importanti anche dopo aver toccato i massimi storici durante la settimana. Quindi, piccoli movimenti del dollaro che nel breve hanno portato a leggeri apprezzamenti contro le major, solo il dollaro australiano ha continuato a soffrire sistematicamente.

Tutto questo ancora non ci permette di considerare per il momento possibilità di discese strutturali importanti ma staremo ad osservare il comportamento dei prezzi con pazienza e pronti a prendere posizione.

Ci siamo focalizzati maggiormente su H4 prendendo posizione long con NZD/JPY che dopo la sua decisa partenza e presa di profitto della prima posizione ci ha consentito di metterci in protezione con stop a pareggio. Ora la rottura decisiva del livello 85.24 e il superamento di 85.70 porterebbe sicuramente ad una forte accelerazione del prezzo. Il possibile pull back porterebbe invece alla chiusura in pareggio della posizione, con in tasca l’unica presa di profitto:

nzdjpyh4

Osserviamo questa sera alla chiusura del mercato americano la coppia USD/CAD su time frame D1 che potrebbe segnalarci, sostenuto dai livelli dinamici  e statici, una possibilità di entrata long:

usdcaddaily

Buon lavoro.