Che cosa è l’analisi tecnica “moderna” ? E’ quell’analisi tecnica che si basa sull’utilizzo estensivo del computer e dell’informatica. Quindi l’analisi tecnica “moderna” si contrappone all’analisi tecnica classica, basata sul disegno delle linee dei grafici a mano come veniva fatto fino alla scoperta e alla diffusione del personal computer. Analisi tecnica “moderna” è una definizione che ho creato io e di cui rivendico la paternità intellettuale (www.emiliotomasini.it) Analisi tecnica classica e analisi tecnica moderna sono due mondi completamente diversi. L’analisi tecnica “moderna” è scientifica perché può essere testata e si può valutare con tutti i crismi della scienza moderna se i risultati sono affidabili (significatività, robustezza, casualità, etc.). L’analisi tecnica classica, basata sulla interpretazione soggettiva di pattern identificati da una sedimentazione collettiva durata quasi 100 anni, non è affidabile. Se testata infatti gran parte dei suoi pattern non danno risultati positivi nel trading (testa e spalle, linee di tendenza, candele giapponesi, etc.). Perché viene ancora utilizzata quindi l’analisi tecnica classica ? Perché all’industria della Borsa e della finanza e ai broker e alle banche conviene passare il messaggio al pubblico che con semplici strumenti chiunque possa controllare i mercati finanziari armato di una matita e di un righello. In realtà questo è assolutamente falso, per battere i mercati finanziari non basta certo l’analisi tecnica classica. Ecco quindi che si passa dall’analisi tecnica classica a quella moderna e soprattutto ai trading systems, che sono un insieme di regole per comprare e per vendere in Borsa automaticamente senza intervento discrezionale da parte dell’operatore. Il trading system, che è il cardine dell’analisi tecnica moderna, è quindi la formula matematica che riesce a prevedere, spesso e non sempre, l’andamento dei mercati finanziari. Per maggiori informazioni sull’analisi tecnica moderna e sui trading systems www.emiliotomasini.it