Prosegue anche oggi la fase negativa scatenata venerdi dalle dimissioni del rappresentante tedesco alla BCE e da rumors di default greco nel weekend (puntualmene non verificato).

Malgrado le manovre aggiuntive greche, il PEG (perche’ di questo si tratta) del CHF all’euro ha fatto sic he le vendite di Eur passassero dal cross EURCHF a quelli EURJPY e EURUSD mettendo la divisa unica sotto pressione contro yen e dollaro.

Il bund riprende la corsa e in due sedute sale di oltre 1% che ormai sono 140 punti.

ENEL a 2.87 stamattina … l’ultimo dividendo staccato e’ stato 0.28 ovvero siamo a 10 di price dividend sull’ultimo stacco… pare veramente bassa.

Malgrado tutto il calo di fiducia sull’europa sta ponendo una fortissima pressione anche oggi.

Venerdi’ scadenza tecnica del mese di settembre, questa settimana ci sono i rollover delle posizioni.

Aspettiamo la giornata, come al solito molta volatilità e servono dichiarazioni FORTI da prte di banca centrale, e governanti (non i nostri che hanno pochissima credibilità presso gli investitori internazionali, ma di quelli Tedeschi o dei responsabili della BCE).