Quando arrivano notizie dalla Cina, bisogna sempre prestare la massima attenzione perché ormai l’economia del gigante asiatico ha assunto un ruolo di primissimo piano nel panorama mondiale. Gl’indici azionari dei paesi sviluppati, guidati da quelli statunitensi, stanno dando prova di grande tenuta e in particolare a Wall Street l’umore appare ottimo, nonostante le continue voci di possibile inizio del tapering, disturbino di tanto in tanto la festa in atto.

La stagionalità resta favorevole alla continuazione del rialzo fino a fine mese, quindi sugli ETF che replicano l’S&P-500 e il Nasdaq100, ogni correzione attualmente può risultare buona per entrare al rialzo e tentare così di partecipare alla festa.

Ad esempio sull’S&P-500

S&P-500 ETF  (in dollari)

ISIN : ILU0490618542

S&P-500 idx

S&P-500 index

Tornando alla Cina, le riforme messe in cantiere potrebbero dare ulteriore slancio alla borsa di Shangay, nelle settimane che ci separano dalla fine del 2013. Le politiche che tendono ad evitare la crescita demografica ad esempio sono in fase di allentamento e questo potrebbe portare, nel lungo periodo, ad allargare la domanda  in fase di import; stesso discorso per le riforme che dovrebbero favorire una maggiore oscillazione dello Yuan , anche queste ben viste dagli investitori internazionali.

CSI 300 UCITS

ISIN LU0779800910

Questo Etf segue fedelmente la performance delle A shares quotate sullo Shanghai Stock Exchange e sullo Shenzen Stock Exchange. Si tratta di azioni di società cinesi denominate in renmimbi, difficilmente acquistabili da coloro che non risiedono in Cina, se non con una particolare licenza.