Pur abbracciando il popolo Greco (che dopo tutto con l’Italia e’ “una faccia una razza”, è chiaro dalle prime reazioni che i sacrifici orrendi a cui li ha sottoposti il FMI e la BCE non siano quello che voleva il popolo greco (inutile dire che sono 4 facinorosi, le fiamme ed il sangue nelle strade sono sempre l’espressione estrema di una frustrazione e insoddisfazione di tutti i moderati che non danno fuoco alai cassonetti ma sono insoddisfatti dello status quo.

Quando arriva il “blood in the street” costituisce un buy signal sui mercati.

Il drop di ieri a 16.400 e il jump del bund a 138.50 li considero un pullback e come dicevo la settimana scorsa a 16.435 ho ricomprato. (e a 138.33 rivenduto).

Mi aspetto che ora fra volatilità consolidi in zona 22/ 28% sul ATMF i mercati cerchino base e riprendano la salita.

Resta la ress ogni 200 index point sul FIB: 16.600 / 16.800 / 17.000 (psicologica) 17.425 (algo trading, vennero scaricati circa 4000 lotti a quel prezzo, nell’archivio di LDB trovate l’articolo postato a suo tempo) che rappresenta il punto di inversione rialzista di lungo periodo.

Bund ha fatto vedere il supportone a 137.10 anche nelle ultime sedute, lo aveva gia mostrato tempo fa.

Quello e’ il livello in cui inverte di lungo periodo e va per i 127.80.


un pensiero anche per Withney  Huston che ci ricorda l’impermanenza della vita, e anche dei mercati.

I Will Always Love You