Buongiorno a tutti,

mercoledì scorso poco prima della discesa repentina dei mercati, vi ho scritto un articolo dove vi segnalavo due punti fondamentali, che vi ripeto sotto per praticità :

“1. anche se i livelli di ipervenduto e la candela disegnata potrebbero chiamare un rimbalzo, tutti i recuperi che non dovessero portare ad un close settimanale almeno sopra la fascia azzurra sono da considerarsi senza significato”

“2. ulteriori affondi avrebbero invece come primo obbiettivo la fascia di linee inferiori, dove peraltro ci sarebbero nelle vicinanze alcuni GAP da chiudere”


Poco dopo il mercato scende fino a sfiorare il secondo GAP ( senza per il momento chiuderlo per pochissimi punti ) ed ora lo vediamo appoggiato sopra la fascia di linee inferiori ( sotto i due grafici allegati )

( Vi faccio notare che le linee sul settimanale sono le medesime che ho tracciato fin dal  lontano giungo 2013, ovvero circa 16 mesi fa, visto che le trovate già nell’articolo Borsa italiana: inferno, purgatorio e paradiso )


Per quel che riguarda la prima considerazione, ovvero che rimbalzi che non dovessero portare ad un close settimanale sopra la fascia azzurra sono da considerarsi senza significato, resta valida anche ora !

In caso di rottura al ribasso della fascia grigia è abbastanza intuitivo che il successivo obbiettivo sarebbe la fascia rossa

Buona giornata

Luca M.

FTSE MIB40 IndexS

FTSE MIB40 IndexG