Buongiorno a tutti,

ieri nell’articolo in chiusura di giornata vi segnalavo che la formazione di una prima candela di indecisione con close all’interno della fascia di supporto dopo due candele rosse,  lasciava ancora aperto uno spiraglio ad un possibile recupero dell’indice, ma che tuttavia la situazione restava molto delicata, causa i continui cali di ENI che di fatto zavorravano pesantemente l’indice.

Stamattina abbiamo avuto un open immediatamente sotto tale fascia che a questo punto per logica da primo supporto è diventata di nuovo prima resistenza.

Siamo in una situazione di forte tensione perché alle incertezze legate al sistema bancario conseguente la situazione in Grecia, si sono aggiunte quelle legate al petrolio ed al caso South Stream, che vanno ad impattare su 3 società dell’indice che stanno subendo pesanti cali, la citata ENI, Saipem ed anche Tenaris, che di fatto essendo la produttrice dei tubi del South Strem inevitabilmente sta subendo l’attacco della speculazione.

Cercare di fare previsioni sulla soluzione dei singoli casi, Grecia, Petrolio e South Stream è inutile e secondo me praticamente impossibile …

… posso solo dire che secondo il modello persa l’azzurra aumentano le probabilità di ulteriori ribassi.

Luca

FTSE MIB40 Index