Prosegue il rialzo dell’indice Ftse MIB (segnale di acquisto del 18/09/2013), che si distingue nelle ultime settimane per la maggior forza relativa rispetto ai principali indici internazionali. La discesa sotto il supporto a 17554 metterebbe a rischio il rialzo corrente.

Il 45% dei titoli del listino è caratterizzato da un segnale Long (acquisto).

ITA-001-1

ITA-001-2

Chi sale:

I segnali odierni di acquisto riguardano principalmente titoli sottili.

Arnoldo Mondadori strappa sopra la precedente resistenza a 1.12 per cercare di superare il massimo recente a 1.32.

Le precedenti accelerazioni al rialzo sono state regolarmente respinte.

ITA-014-1

ITA-014-2

BasicNet esce dal range formato da 1.51 e 1.60 con obiettivo il test di 1.81

ITA-036-1

ITA-036-2

Piaggio dopo aver realizzato una serie di massimi relativi potrebbe finalmente trovare la strada del rialzo con la rottura di 2.16. Il ritorno sotto 1.93 riporterebbe il titolo all’interno del canale di lateralità formatosi nel 2013

ITA-153-1

ITA-153-2

Chi scende

Saipem violando il supporto a 15.78 nega il segnale di rialzo che avrebbe potuto portare alla chiusura del gap aperto a 20 Eur. Solo il superamento della resistenza a 16.93 riaprirebbe la strada al rialzo

ITA-175-1

ITA-175-2

 

Tutte le informazioni sopra riportate, ivi compresi commenti, grafici e segnali operativi generati dai modelli di analisi o trading systems, hanno unicamente finalità di studio, sperimentazione e trasferimento di esperienze e conoscenze relative ai mercati finanziari e i lettori possono usarle unicamente per sviluppare una propria opinione.

Non rappresentano in alcun caso consulenza in materia di investimenti e/o accesso a informazioni per la vendita/acquisto di titoli.
Anche se il contenuto pubblicato è stato approfondito, raccolto e verificato accuratamente, si declina ogni responsabilità per la correttezza, la completezza delle informazioni o l’esattezza delle stesse. Le informazioni sono costituite da elaborazioni automatiche di dati relativi al passato che non rappresentano indicazioni degli sviluppi futuri. La performance dei trading system (indicate in verde nei grafici) potrebbero risultare sensibilmente inferiori a quanto pubblicato in considerazione della commissioni di negoziazione e della tassazione applicata.

Il contenuto di questo articolo NON è una sollecitazione al pubblico risparmio.