Niente da fare per euro e sterlina contro il biglietto verde, che riprende più o meno su tutti i fronti una forte inerzia e continua a recuperare terreno, confermando le varie tendenze di apprezzamento, considerando anche i brevi e leggeri pull back, che avrebbero dovuto sviluppare correzioni di prezzo che non sono avvenute, e quindi possiamo considerare aperta la caccia ad acquisti di dollaro contro le valute principali.

È importante come sempre cercare i migliori timing di ingresso e per quello che riguarda l’eurodollaro, il grafico H4 sviluppa un buon trend con la rottura in giornata del supporto in area 1.3335, dando così il via a nuove estensioni ribassiste. Pronti quindi a monitorare un eventuale ritracciamento di breve periodo per posizionarsi in vendita, meglio ancora se in coincidenza con segnali di inversione in prossimità della media mobile o dello stesso livello, funzionante come resistenza:

20 ago b

Per perfezionare l’analisi vediamo anche come stocastico e macd, settari su cicli del grafico daily, non riescano ad invertire anche solo momentaneamente, con lo stocastico ben saldo in ipervenduto e il macd ancora nella sua fascia più bassa. Ulteriori sintomi di una mancanza di volontà da parte di acquirenti, lasciando il campo aperto ai soli venditori.

Dal canto suo il cable continua a cedere supporti, tagliati come il burro a ribasso senza nessun tipo di ostruzione o tentativo di resistenza. Il rimbalzo in atto arriva da 1.7200 che rappresenta una resistenza storica di altissima importanza e quindi possiamo affermare che sia un movimento piuttosto logico e prevedibile.

Le notizie di questa mattina hanno sviluppato una lieve ripresa del prezzo, che pure resta molto debole sconsigliando ingressi in acquisto. Al momento sono 1.67 e 1.66 netti i livelli più importanti, dove entuali rotture potrebbero garantire buoni ingressi. Trovandoci pero’ in un trend di medio breve periodo a ribasso, sono più probabili continuazioni a ribasso con i primi target in area 1.6475 in prima estensione e successivamente è probabile anche il test di 1.6250, che rappresenta il 38% di ritracciamento del trend di lungo periodo iniziato a metà 2013:

20 ago a

Margini e strada per ottenere profitti dall’attuale situazione ci sono e non resta che monitorare livelli e tendenze di breve periodo per cavalcare il trend ribassista di medio.

Per oggi è tutto.

Lucas