Oggi con Londra chiusa l’italia è assolutametne trascurata (comep ure il dax e l’eurostoxx).

Speriamo in revamp di volumi al pomeriggio.

Il fib e’ ormai intrappolato fra 14.800 e 15.200. la volatilita’ e’ ancor alta quindi comprare uno strangle per il breakout del range e’ troppo costoso.

I mercati azionari in generale stanno scontando volatilità e anche il ban sullo short selling fino al 30 settembre ha tolto interese sull’Italia che era il bersaglio preferito da vendere per le componenti bancarie dell’indice.

Resto dell’idea che la rottura di 15.200/ 15.400 (testato brevemente la scorsa settimana) sia la chiave per tornare a 17.400.

Il Price/earning di molte aziende e’ veramente interessante e i prezzi sono scarsametne comprimibili per via del forte flusso di dividendi.

I pochi volumi estivi favoriscono un rally di ricoperture e la notizia di collaborazione Obama/Merkel per velocizzare la fine delle tensioni potrebbe aiutare insieme al ribadire del IMF che il fondo stabilità europea potra’ comprare quote capitale di banche.