E dopo aver passato tutti il week end ad attendere che cosa avrebbero deciso per Cipro, in realtà che cosa avrebbero dovuto/potuto decidere di cosi’ diverso? Un colpo al cerchio ed un colpo alla botte, mi viene da dire. I mercati festeggiano. Ma cosa ci sia da festeggiare ancora lo debbo capire: prelievo forzoso del 20% a depositi superiori a 100.000€ per chi li ha nella banca cipriota e del 4% per gli altri.  Ah si’, che stupida….. facciamo fallire (ma in maniera ordinata come disse Draghi) e creiamo “le bad bank!” . Come fu per Alitalia ! Un’ ideona “della madonna!”.

Ma veniamo alla nostra borsetta:

L’abbiamo lasciata, nel mio commento del 18 marzo cosi’:

Già lo scrissi settimana scorsa: sino a quando l’indice non avesse superato area 16300-16500 sarebbe stato soltanto un rimbalzo tecnico, nulla sarebbe mutato nel trend al ribasso iniziato a febbraio.

Ed ancora nulla è mutato.

Il massimo di oggi ha sfiorato l’ema gialla e l’oscillatore, sotto quota 50, è piatto da giorni.

Quindi, chiederete voi?

Quindi niente, rispondo io.

Segnale up arriverebbe a deciso superamento della ema gialla.

Segnale down a perdita della ema rossa.

Nel mezzo, si attende!

Ps:

ieri ho passato una gradevolissima giornata con la nostra Editrice. E tra le mille idee ed i mille confronti ne è uscito uno certo: a maggio all’ ITF di rimini presentero’ in anteprima il libro che sto scrivendo. Quindi, Amici miei, segnatevi la data: 24 maggio!