Dopo l’ultimo movimento di rilievo di UCG che è stata la forte occasione della settimana scorsa, come dicevamo (ed abbiamo fatto) comrpare diritti, vendere call febbraio per consegnare le azioni rivenienti era ed è stata l’operazione concreta a basso rischio.


Al momento stiamo seguendo un movimento di credit trading: sale il btp, consolida a ribasso il bund e salgono le borse per la ripresa delle banks nell’ottica di miglioramento del mark to market delle posizioni in titoli di stato italiani detenute.

Per sfruttare il movimento, che apre impostato per testare 16.200, al momento la struttura che rpeferisco é

1) vendere un put spread a credito sul FIB

2) comprare qualche call OTM con le rivenienze

Sell 15750 put (finanziamento) buy 15000 put (protezione) buy 16500 call (upside)

Delta della posizione: LONG (a rialzo ) 51%

Credito  41 index points

Direzionalità= Rialzista / laterale

Rischio massimo: Sulla discesa dello spot 709 Index point di loss sotto 15.000 a scadenza

Questa struttura presenta una posizione rialzista pari a 1/4 Fib circa ovvero a 20.000 Euro circa per ogni lotto montato.

Un movimento del 1% corrisponde quindi a 200 Euro di variazione della struttura.