Dopo aver testato 16.200 senza successo, il FIB pare condizionato più dalla massa di BTP classati che dal downgrade Fitch.

Ormai le agenzie di Rating,  percepite come meno credibili di un tempo, sono viste come poco interessanti.

A mio avviso arrivano alla fine dei cicli, chiamando benessere sui massimi e sconforto sui minimi.

La borsa italiana tiene sul primo supporto a 15.800 a metà seduta.

Venerdì la discesa ha fatto chiudere (preservando capitale e commissioni) la posizione rialzista suggerita nei giorni precedenti.

Resto dell’idea che il mercato può ancora salire a ritestare e rompere i 16.200.

Mi pare che un RR RR 15250 / 16.500  (tenedo presente che e’ una struttura aperta sul downside e va seguita durante l’evoluzione) possa esere il veicolo da usare.

al momento si puo’ vendere la PUT e comprare la CALL a circa 188-142 = 46 punti a credito ed ha un delta di 53% circa ovvero ogni lotto costruito rappresenta 1.25  minifib di esposizione.