Mi hanno appena chiesto in Skype: Mi dai le prossime resistenze del cambio EUR/USD?

Ho sorriso perché mi capita spesso di dare i numeri, ma di solito è per qualche arrabbiatura, non per i livelli di mercato e soprattutto non per i cambi.

Ho diligentemente aperto il grafico, selezionato il righello e sono dunque pronto a dare i numeri.  Vediamo, l’EUR/USD ha rotto al rialzo 1.3750, poi troviamo 1.4000, 1.4250, 1.4500, 1.5000 ….

Il nostro cervello vede muri immaginari da ogni parte e tende a identificarli con numeri interi o multipli di quantità frazionarie. Multipli di 0.0250 è perfetto.

Dunque si fermerà a 1.4000 poi tornerà leggermente indietro, prenderà la rincorsa e aggredirà le spalle a 1.4250. Si, si,  ci sono le spalle in quel punto, la testa è sopra.

EUR-22-10-2013

Forse mi sbaglio. Non sono quelli i numeri giusti. Con la FED che stampa come se non ci fosse un limite o un domani la risposta giusta a dove andrà il dollaro non la trovate qui, ma in bagno.

Poi per favore quando uscite, tirate lo sciacquone.