di andare a verificare con piu’ strumenti se davvero , la moneta europea è destinata a perdere ulteriormente di valore contro dollaro americano da qui a pochi giorni, settimane. Perchè quando tutti, ma proprio tutti, per ultima la cancelliera tedesca dichiara che lei è “ottimista ” ma che non sa se l’euro ce la farà a sopravvivere… mi domando sempre, se invece non sia arrivato il momento di comprare euro per guadagnarci magari qualcosa. Lontani i valori al di sopra dei quali il trading system muterebbe la propria posizione da short a long: 1.2770. Interessante notare come nelle ultime giornate la nostra valuta si stia muovendo all’interno del range compreso tra 1.23 e 1.2150. Come sono solita dire: qui non ci puo’ stare ancora per molto, verosimile attendersi a breve l’uscita up o down da questa fascia prezzi. Al rialzo i tp identificabili sono in area 1.2420 e 1.2640, quelli al ribasso: 1.2050 e 1.1880 ( minimo giugno 2010 ). L’oscillatore che sono solita utilizzare ancora non sta fornendo un chiaro segnale di rialzo, che con buona probabilità arriverebbe a superamento di area 1.23-1.2335 ma mi sta dicendo di seguire, senza anticipare ma con attenzione, i prossimi movimenti della moneta europea.Vi lascio una chicca: riskon-riskoff che in genere posta Roberto ( non me ne voglia, ma trovo sia uno stupendo spunto di riflessione ).