L’eurodollaro si trova in una perfetta posizione di forza, spinto forse dall’analisi ciclica a livello giornaliero, con cui si era tentato di prevedere il futuro andamento del cambio in questione. Ciclicamente regolare con oscillazioni di circa quaranta/quarantacinque candele il grafico si prestava con facilità ad una ripresa nel corso della settimana passata.

Conferenze varie e NFP hanno invece destabilizzato il cambio senza pero’ modificare di troppo l’andamento che poi, alla fine, in questa settimana ha seguito i dettami del TF principale scalando nuovamente la china raggiungendo nuovamente l’ormai famosa resistenza a 1.3800 circa.

Questa volta postiamo il grafico a 15m per far notare come anche sui time frames più piccoli l’analisi dei cicli è un ottimo strumento per il trading. Tra lunedì e martedì abbiamo visto la generazione di due movimenti regolari, sia in senso orizzontale che in senso verticale e ad ora, dopo l’ultima correzione, il prezzo si sta preparando a ripartire, probabilmente per tentare un nuovo swing rialzista che potrebbe avere un target nella giornata di oggi in zona 1.3850 circa:

09 apr

Per concludere l’analisi notiamo anche che medie mobili varie, il pivot point centrale e lo stocastico concordano con l’ipotesi long.

Ricordo anche che non solo i grafici ma anche la volatilità, l’erraticità e il comportamento stesso delle coppie del forex sono ciclici. E quindi questo significa che ogni giorno le cose cambiano e che ogni giorno oppure ogni settimana dobbiamo scoprire quale potrebbe essere la migliore coppia per il trading. In questo periodo mi piace molto l’eurodollaro, che pur essendo poco volatile, si dimostra regolare e fedele. Domani le cose potrebbero cambiare.

Buon trading a tutti e buon pomeriggio.

Lucas