Le  previsioni sulle valute   sono tra le più difficili da fare, i cambi di direzione sono improvvisi e possono essere influenzati da mille variabili macroeconomiche ma da semplici dichiarazioni o da interpretazioni  delle stesse.  Chi vi scrive pensa che il cambio euro dollaro per motivi macro abbia più possibilità di girare a a favore di dollaro nella parte di anno che ci separa al 31-12 .   I motivi sono esposti nel precedente post  disponibile a questo link   http://finanza.leonardo.it/carry-trade-forse-e-la-volta-delleuro/

Per il momento l’apprezzamento dell’euro non  c’è stato ed il cambio si è posizionato sulla parte superiore del range di oscillazione intorno a 1,335 -1,34.  Un fenomeno interessante però si è verificato e ci apre uno spiraglio di operatività.  La volatilità sul cambio euro dollaro ha continuato a scendere ed ora si trova ai minimi  storici,  il bandwidth (ampiezza di banda) calcolato con il metodo di bollinger  sui 20 gg si trova ai minimi  dell’ultimo anno  come illustrato dalla figura

usd bandwidth

La volatilità e di conseguenza il range del bandwith  ha la caratteristica di essere ciclica e di tendere a riportarsi verso la media.  Quindi se questo sarà vero da adesso in avanti dobbiamo aspettarci che la volatilità sull’euro dollaro aumenti .  Per monetizzare un aumento di volatilità possiamo effettuare un operazione congiunta di acquisto di  call e put  strike 1,365  per la call e 1,30 per la put con scadenza obiettivo ottobre.  Se il la volatilità aumenterà  il cambio verrà portato fuori dal suo attuale range 1,315 -1,345  e con una call e una put acquistata  saremo in grado di monetizzare il movimento  o in are 1,295 -1,30  oppure in area 1,37 -1,38.    Con una operazione di questo tipo non ci interessa sapere se il movimento sarà al rialzo o al ribasso basta che ci sia e che avvenga nelle prossime 3 settimane.  Lo scenario peggiore per questo tipo di operazione  sarebbe dato da un un ulteriore prolungarsi della  attuale fase di range ristretto,  ma se così fosse potremo prenderci   il loss derivante dalla perdita di valore  delle opzioni per spostarci  con   la stessa operazione su novembre a questo punto fatta con due opzioni.  Come in una molla più la  fase di compressione di volatilità è lunga e più la fase di uscita sarà violenta.  L’importante su questo tipo di operazione  è non perdere la pazienza.