Buongiorno a tutti.

Vorrei portare alla vostra attenzione delle situazioni tirate su due dei cambi principali scambiati sul mercato, EurUsd e GbpUsd.

Partiamo da un dipinto generale della situazione del mercato retail, utilizzando lo Speculative Sentiment Index di FXCM. Si nota come il numero di trader corti, sia sull’euro che sulla sterlina, in rapporto al numero di trader lunghi (escludendo gli istituzionali, quindi concentrandoci sul mondo retail, di cui stiamo analizzando un campione rappresentativo del mercato), risulta essere sbilanciato a favore dei trader corti, rispettivamente per -2.14 e -1.73.

Questo significa che oltre il 68% dei trader è corto di euro e che quasi il 64% lo è sul cable.

Siamo su punti tecnici importanti e di fronte a mercati direzionali nel breve periodo, la situazione potrebbe sfociare in un tentativo di rottura rialzista su entrambi i lidi, che se dovesse innescare oltre che agli ordini di stop dei ribassisti presenti in macchina anche degli ordini di ingresso long, magari di istituzionali, potrebbe risultare in una rottura definitiva.

Speculative Sentiment Index – SSI (FXCM)

Tecnicamente parlando, l’EurUsd si trova all’interno di una configurazione di restringimento di volatilità, che potrebbe sfociare in una rottura sia a rialzo che a ribasso, ma tenendo conto della presenza della media mobile a 21 periodi su un grafico a 4 ore, crediamo che a livello probabilistico il primo scenario sia avvantaggiato.

Attenzione all’area di 1.3430 in caso di rottura, potrebbe determinare il punto critico da valutare per rotture definitive.

EurUsd – grafico a 4 ore (fonte Marketscope 2.0)

 Per quanto riguarda il cable invece, crediamo che si possa assistere a tentativi di stampo rialzista che se non dovessero rompere definitivamente l’area di 1.5775 potrebbero essere propedeutici alla formazione di una divergenza ribassista, individuabile su un grafico a 4 ore. In caso contrario, i primi target potrebbero essere posizionati in area 1.5820., con possibilità di estensione fino a 1.5875.

GbpUsd – grafico 4 ore (fonte Marketscope 2.0)

In entrambi i setup non possiamo non considerare un’impostazione difensive che vede degli stop sotto i punti di rottura, senza pensare a posizionamenti short se non al superamento di 1.3230 e 1.5620.