Siamo finalmente nella prima settima dell’anno, che a mio parere ci consegnerà diversi spunti macro in grado di formare direzionalità nei mercati dopo le importanti correzioni causate dalle prese di profitto degli investitori. Ci troviamo comunque ancora con un mercato abbastanza indeciso.

Per quanto riguarda i market mover aspettiamo i dati sul mercato del lavoro negli USA che saranno di notevole importanza per stabilire meglio le aspettative sulle future mosse del QE e del tanto angosciato tapering.

Ci aspettiamo anche le decisioni della Banca Centrale Inglese sul QE dopo i rumor circolati circa potenziali mosse di uscita  dalla politica monetaria espansiva, ma pure la riunione della BCE per capire se ci sono intenzioni di modificare la propria politica monetaria a sostegno del credito.

Per quanto riguarda le coppie principali le situazioni sono queste:

EURUSD ha resistito sopra l’area di 1.3550 tentando di risalire senza comunque riuscire ad oltrepassare l’area di 1.3650 da dove sono partite nuove vendite anche se lievi. Ora vediamo come chiude la candela daily per iniziare ad impostare qualche strategia.

GBPUSD ha tentato di scendere molto più rapidamente rompendo supporti importanti in area 1.6380 per poi riprendersi long ma senza ancora rompere i livelli di resistenza su 1.6435.

AUDUSD abbiamo il prezzo che sosta su di una zona compresa tra 0.8810 e 0.8965 e aspettiamo una rottura di questi livelli per operare sul lungo periodo.

USDJPY dopo i tentativi di discese e dopo la formazione di una bella pin rialzista sul D1 ora sembra anche lui mettersi in fase laterale.

Buon trading e buon anno a tutti.