Forse non c’e’ piu’ interesse, forse la borsa italiana e’ talmente bassa che nessuno osa venderla ancora, fatto certo che il fib pur sui minimi,  osserva immobile l’apertura dello spread BTP Bund.


La Germania  si finanzia a 1.17% sul 10 anni e lascia agli altri paesi il problema di  raccogliere al 6% … questo crea un pericolosissimo squilibrio che porta inevitabilmente a tensioni fra i paesi, e rischia se non rientra nel breve di provocare risentimento nei confronti del membro dell’unione che approfitta della debolezza degli altri per avere vantaggi di posizione.


Oggi l’irlanda ha approvato le regole di risanamento di bilancio e rientro del debito pubblico.

Visco, nel suo priimo messaggio pubblico sottolinea che bisogna rafforzare la ripresa.

Intanto il Bund forza quota 146, ormai solo espressione di fuga verso un parcheggio sicuro, mentre gli analisti USA sottolineano che dovrebbe valere 3% di rendimento e che qyui e’ insostenibile.


A questo punto il bund in bolla per sgonfiarsi necessita dell’implosione della bolla stessa, e questa puo’ arrivare solo da FORTI posizioni politiche a favore di vendita di bund e acquisto periferici.

in mancanza di news, il mercato equity puo’ solo rimaneree laterale o cedere.

Sui rally quindi, occazioni di vendita di call upside ancora, fino a ahce si sblocca la situazione greca e/o spagnola.

Le resistenze in area 13.050 restano e 13.300 per rottura a rialzo.

Purtroppo siamo anche parecchio vicini ai supporti in zona 12.650…………….

Per il future tedesco, che è al momento intento a battere nuovi massimi storici (minimi di rendimento)

solo sotto 146.03 segnala perdita di forza e inverte il trend solo sotto 145.20.

un rientro a livelli 143.00 / 144.00 del range (2% sotto il livello attuale) potrebbe arrivare SOLO dalla percezione che la rottura della zona euro è scongiurata.

il raggiungimento di bollinger bands a 1.5 Standard deviation sul daily mostra una possibile situazione di reversal anche se ora siamo come detto sui massimi e senza ancora segnale.



Se prendiamo chart simili come ad esempio il Gold:

ritroviamo l’espansione in bolla a rialzo prima dell’implosione della stessa.

Spero che l’implosione del bund arrivi presto perche’ genera uno squilibrio che mette a repentaglio tutta la zona europea, creando troppa competitività per la germania che vede flussi a basso costo che entrano e movimenti di capitali verso il paese.

Ogni giorno che il CDS italia resta sopra 400 e scatta la preferenza per il bund aumentano le difficoltà per i target di contenimento del debito e del rapporto deficit pil.

Una riduzione di Bund a favore degli altri titoli sarebbe innanzi tutto un ottimo segnale di inversione della tendenza distruttiva attuale.