Ed ecco la chiusura del cerchio. Le dichiarazioni , mai troppo pubblicizzate dai media, si susseguono a ritmo incalzante.

Già qualche settimana fa avevo segnalato il rischio di un esproprio legalizzato dei conti correnti, poi la settimana scorsa si erano aggiunte le parole di un importante membro della Banca Centrale Europea . Ieri, a completare l’allegro quadretto in perfetto stile Troika , sono giunte notizie trapelate da un rapporto del FMI, nel quale si parla senza troppi fronzoli di necessità di un prelievo forzoso generalizzato ed indistinto sui conti correnti delle banche appartenenti a quindici Stati dell’Eurozona. Se è possibile quindi, un passo ulteriore in avanti rispetto alle dichiarazioni raccolte precedentemente, perché quelle riguardavano esclusivamente l’ipotesi di fallimenti bancari.

 Monitor delle finanze pubbliche

Nel report, denominato “monitor delle finanze pubbliche”, si specifica anche la percentuale da prelevare, il 10% del totale di ogni conto, e la somma raccolta servirebbe a far scendere il debito pubblico degli Stati in questione ai livelli pre-crisi. Peccato che l’indebitamento sia dovuto, oltre che alla stessa struttura fallimentare dell’Europa Unita  e alla sua moneta rivelatasi un boomerang per molti Paesi,  anche alle politiche di salvataggio delle banche perpetrate dal 2008 da Usa ed EU, soprattutto a favore degli istituti tedeschi e francesi, pieni zeppi di titoli spazzatura con un valore di mercato ormai pari a zero per scommesse sbagliate nei mercati finanziari, trattati alla stregua di un casinò. La “soluzione Cipro” , come si vede, prende sempre più corpo come rimedio da utilizzare per ogni crisi e non come semplice eccezione, come si era detto quando fu attuata.

Barroso

D’altra parte, in un’intervista rilasciata al prestigioso “the Telegraph”, è stato proprio Barroso a dichiarare che “L’EU non è una democrazia ma è necessario che non lo sia, proprio per poter intervenire dove gli Stati democratici hanno fallito”. Signori, lo ha detto Manuel Barroso, non Giancarlo Dall’Aglio .  Provo a tradurre ?  I burocrati possono distruggere a piacimento e perdere senza ritegno al loro personalissimo tavolo di poker,  poi subentrano i non eletti, che con pochi click rimettono a posto la dote per il successivo giro di carte, offre il popolo.

Twitter :  @GDallaglio