A parte la borsa che oggi sale o scende come sempre, trainata spesso dagli umori del momento, e che tendenzialmetne stara’ fra 15.800 e 16.500 rispetendo l’ultimo range, a meno che arrivi aria fritta dal G20 per vederla scendicchiare,

la riflessione del giorno è per i moti di Roma.

Lo avevamo predetto, la prima fase della soluzione del problema finanziaro/ecojnomico sarebbe stata la giapponesizzazione , ovvero un lungo periodo di stagnazione con tassi bassissimi su tutta la curva per sperare che il tempo guarisca le ferite e giocando una partita a scacchi con la stagflazione.

La seconda conseguenza è quella di avere tensioni sociali, che purtroppo si stanno avverando.

Ne riflettevo con un amico di una banca spagnola la scorsa settimana e poteva condividere che molti punti che hanno portato alle tensioni sociali degli anni ’70 si stanno ripresentando (amplificati).

Alto costo del petrolio, recessione (chi ricorda il periodo di Austerity degli anni 70 con la circolazione atarghe alternate?  io ero bimbo e mi pareva un regalo poter andare in centro in bicicletta, in realta’ era un sintomo che eravamo sull’orlo del baratro)

Questa volta si sta riproponendo una situazione simile:

quando il benessere diminuisce l’arrabbiatura sale e alcune frange estremiste violente (assolutamente da condannare) sono il termometro del problema.

Si puo’ metterlo da parte dicendo “sono dei facinorosi” o riconoscere che da qualche aprte ci sono altri 10 milioni di cittadini a vario modo preoccupati o tesi che non sono violenti ma insoddisfatti e peroccupati.

Malgrado questo la borsa tedeca in preapertura oggi sale dell’ 1% su speranze che la prossima settimana esca un coniglio bianco dal cilindro.

Confidiamo nel prestigiatore di turno ma dalla sedia della platea cerchiamo di vedere il trucco e alziamo di un altra tacca la rotella della prudenza.

La salita di oggi stona un po con la richiesta di taglio di 50% del rimborso dei bond greci e con le tensioni sul debito spagnolo.

Attendiamo come al solito le 10.30 quando gli ordini del primo mattino sono soddisfatti per verificare se tiene la salita che sta per arrivare alle 9.00