A Strasburgo ieri, la seduta plenaria del parlamento europeo serviva alla proclamazione di colui che era già il presidente designato della Commissione Europea. Una formalità, dal momento che Juncker godeva dell’appoggio di un’ampia maggioranza all’interno del parlamento.
Il presidente si è subito presentato e, non si può fare a meno di sottolineare quanto ha affermato Juncker pochi minuti fa nel discorso introduttivo della giornata.

La prima perla è stata “La moneta unica protegge l’Europa” Peccato che in Grecia, Portogallo, Spagna, Italia….non sia andata proprio in questo modo dall’introduzione della moneta unica fino ad oggi. I dati economici sono sul tavolo.

Seconda perla : “ L’Europa protegge l’economia e i suoi cittadini”  Questa è davvero bella. La UE e i suoi burocrati con l’Euro e le migliaia di regole introdotte, hanno distrutto economia per anni e anni, ma grazie al sistema di disinformazione a senso unico che condiziona l’opinione pubblica, possono ancora agire indisturbati distruggendo ricchezza di intere generazioni di lavoratori onesti. Adesso hanno anche approvato una norma che porterà alla prossima tosatura di massa, il sistema di salvataggio delle banche attraverso il prelievo diretto dei soldi dei correntisti (bail-in).

Per la terza perla cita Mitterand: :”I nazionalismi portano alla guerra” peccato che questa Europa, così com’è, sia la tomba della democrazia e del benessere per troppi. In guerra d’altra parte ci siamo già, una guerra che no si combatte con le bombe, ma a colpi di spread ed austerità.