Przemyslaw Radomski ha pubblicato un interessante articolo su www.gold-eagle.com/article/gold-medium-term-outlook. Radomski,responsabile dell’apprezzato Sunshine Profits.com analizza la situazione del dollaro contro l’euro, il rapporto dollaro/oro e quello tra titoli minerari e metallo giallo. Tutte le tre analisi risultano negative per il metallo giallo.

Il dollaro tende a rinforzarsi  contro l’euro e la statistica mostra che tale movimento influisce negativamente sull’oro. Situazione analoga per il rapporto  quotazioni azioni  aurifere/metallo giallo, un indice che mostra la forza delle miniere rispetto al metallo e risulta un buon indicatore  dei futuri movimenti.

Dopo anni molto pesanti la discesa di questo indice si è fermata, ma non ha ancora dato un segnale rialzista. Aggiungiamo che la situazione è abbastanza assurda un quanto le azioni minerarie quotano sui minimi del 2007-2008 quando il metallo valeva 700 dollari all’oncia e non 1300 dollari. Ma la grafica è impietosa nel mostrare che è ancora troppo presto per rientrare.

Chi ama i metalli preziosi deve perciò considerare anche conclusioni prima di acquistare massicciamente azioni aurifere o metallo giallo. Prima o poi il segnale rialzista tornerà a luccicare. Ma sembra che bisogna attendere, per Radomski, ancora un certo tempo.

Guido Bellosta