L’arbitraggio di probabilità: una metodologia innovativa al servizio dei trader in opzioni.

articolo a cura di Elena Ceccato Abbamonte, social media content manager di TradePort.

I trader di opzioni sanno bene che la probabilità è uno dei fattori chiave di successo. È un fatto che i trader si affidino a piattaforme che studiano metodi per aumentare la profittabilità.

TradePort ha introdotto un nuovo approccio al trading di opzioni: l’arbitraggio di probabilità. Essendo la probabilità lo strumento che può apportare un vantaggio competitivo sugli altri trader, è fondamentale poter disporre di metodologie effettivamente capaci di creare tale vantaggio.

Arbitraggio di probabilità: la maggior parte delle piattaforme di trading sfrutta su una metodologia obsoleta, che porta i trader ad identificare trade su opzioni che sono “falsi positivi”.

Il processo decisionale seguito dalla maggior parte dei trader è un inutile dispendio di tempo e di energie:

1 – tempo per analizzare quotidianamente l’intero universo degli strumenti;

2 – indagare se esistono opzioni sugli strumenti prescelti;

3 – ore e ore al computer in attesa di segnali operativi;

4 – applicare filtri sui risultati per trovarsi infine con falsi positivi per le mani.

Arbitraggio di probabilità: usare la distribuzione Normale come rappresentazione di reali movimenti storici e modello previsionale genera un alto rischio di incorrere in trade perdenti.

Lo strumento Build Your Own di TradePort  va automaticamente alla ricerca di strumenti su cui applicare strategie in opzioni tipiche. Spread verticali a credito di call, ad esempio, come in figura sottostante, nella quale le operazioni sono state selezionate utilizzando la probabilità attesa di successo sulla base del modello Normale, quello che usano tutti:

estrazione credit call

Lo vedete bene? Affidandovi al modello Normale potreste aspettarvi che oltre il 76% di questi trade fosse profittevole (vedi colonna “probability of profit”).

La realtà? L’80% di questi trade è perdente (vedi colonna “profit on expiration”).

Applicando lo stesso criterio di filtro alla strategia short put potremmo ottenere un risultato come quello in figura sottostante:

E finiremmo ancora per trovarci dalla parte sbagliata del mercato la maggior parte delle volte: operazioni che nascono con una probabilità teorica di successo superiore al 85%. Ma che alla prova dei fatti risultano perdenti nell’80% dei casi.

Se le tue aspettative non combaciano con la realtà forse dovresti riconsiderare il modo in cui calcoli la probabilità di profitto!

Perché allora la probabilità determinata dalla maggior parte delle piattaforme non trova riscontro pratico nella realtà?

Sotto trovate un grafico prodotto dalla piattaforma di TradePort  che confronta la probabilità storica (distribuzione empirica, cioè reale) con quella teorica (Normale). Come potete vedere, i veri movimenti storici non rispettano la distribuzione Normale. Per la maggior parte degli strumenti è così: il modello è molto diverso dal la realtà dei fatti.

distribuzione amzn

Ciò che fa il metodo più diffuso è calcolare la probabilità usando la distribuzione normale e dando per scontato che vada bene per ogni assett. La verità è che la probabilità Normale non rispecchia il comportamento di tutti i titoli, ma solo di alcuni.

Arbitraggio di probabilità: TradePort  perfeziona di continuo il proprio metodo analitico per fornire sempre i migliori trade su opzioni.

Con la nostra piattaforma gli strumenti per il vostro trading sistematico efficace sono a portata di mano:

1 – con TradePort  Analyzer indagate tutte le operazioni possibili sui titoli di vostro interesse in funzione di vari parametri di vostra preferenza, così dovete semplicemente scegliere la migliore combinazione di opzioni e metterla a mercato;

2 – con TradePort  Trading Ideas e Watch List effettuate screening di mercato basati su algoritmi collaudati;

3 – con TradePort  Build Your Own effettuate backtest di strategie e verificate se le vostre idee sono efficaci o meno.

Arbitraggio di probabilità: oltre le probabilità teoriche e storiche, per filtrare ulteriormente il mercato alla ricerca di operazioni dotate di probabilità di successo nettamente superiori.

Il metodo più diffuso è il cosiddetto “one size fits all” (una sola misura per tutto): la probabilità teorica, Normale. Noi abbiamo introdotto due nuovi metodi: la probabilità storica e la probabilità stress test.

Tre diverse probabilità

La probabilità teorica si basa sul modello Normale e la volatilità implicita delle opzioni per determinare la dispersione degli eventi attesi futuri.

La probabilità storica tiene conto dell’effettivo comportamento storico del titolo analizzato, conservandone così le specificità individuali.

La probabilità stress test considera la potenza del movimento storico a prescindere dalla sua direzione, restituendo quindi una stima della probabilità di uscire non sconfitti da eventi possibili futuri anche peggiori di quelli passati e in direzione opposta rispetto a quelli noti.

Quando la probabilità storica e la probabilità stress test sono superiori a quella teorica si determina la condizione che noi definiamo “arbitraggio di probabilità”.

L’arbitraggio di probabilità crea un vantaggio sia per i trader principianti che per quelli esperti.

Le due nuove probabilità introdotte, Storica e Stress Test, sono la base per ottenere benefici negli investimenti.

Grazie all’arbitraggio di probabilità, infatti:

-          si identificano situazioni in cui i calcoli della probabilità storica e stess test forniscono analisi più accurate che non utilizzando la probabilità teorica;

-          si determina una gestione del rischio ottimale prima e dopo il trade;

-          si stabiliscono aspettative appropriate sui trade selezionati.

Per saperne di più su TradePort, l’arbitraggio di probabilità e tutti gli altri servizi visitate il nostro sito.