Il mercato del Forex è un mercato particolare, diverso da qualsiasi altro mercato e per questo motivo ha delle particolarità che nessun altro mercato può offrire.

In primo luogo è un mercato aperto 24 ore su 24, chiudendo le contrattazioni soltanto il venerdì alle 23.00 e riaprendo alla stessa ora la domenica. Questo permette di non avere i continui gap giornalieri presenti nel mercato azionario, che in un’attività di lungo periodo potrebbero alterare il rendimento del trading.

Altra caratteristica importante è il fatto che, come il mercato Nasdaq, è un mercato OTC (over the counter). Questo significa che è un mercato non regolamentato e che quindi ci troviamo in assenza di una cassa di compensazione che faccia da garanzia. Sebbene questo possa sembrare un difetto, in realtà non lo è. È la liquidità in questo caso che garantisce che ci sia sempre una contro parte e che, da broker a broker, non ci siano grosse differenze di prezzo.

In terzo, una delle caratteristiche più importanti, se non la migliore, che riguarda il money management. A differenza dei mercati regolamentati come Azioni, Futures e altri nel mercato del forex è possibile calibrare alla perfezione il proprio volume di ingresso a mercato. Nei mercati classici questo non è possibile in quanto l’ingresso a mercato deve essere scaglionato in base ai contratti dei prodotti finanziari, che non possono essere frazionati. In questo caso, avendo esigue cifre da investire non sarà possibile rispettare un buon money management, soprattutto conservando la regola del 2% per ogni trade.

Il Forex per questo è il mercato migliore. Grazie al valore minimo di investimento che è di un microlotto, ovvero un volume di 1000 unità della coppia scelta, è possibile gestire il proprio patrimonio anche partendo da cifre molto basse, considerando che lo spostamento di un pips porterebbe a soli 10 centesimi della contro-valuta. Ecco perché il mercato valutario rappresenta probabilmente il miglior mercato su cui iniziare l’attività di trading, con la possibilità di bilanciare correttamente il money management e non correre inutili rischi eccessivi.

L’ultimo aspetto importante è la volatilità che rende questo mercato un ambiente molto dinamico, in grado di fornire ogni giorno svariate possibilità di trading, sia a lungo periodo che per i day traders. Anche se spesso la volatilità viene vista come avversaria, in realtà è il motore di qualsiasi tecnica di trading. Quindi prendendo le dovute precauzioni, stop loss sempre presenti e basso profilo di rischio, diventa uno dei migliori aspetti di questo mercato.

Loris Zoppelletto