Oggi proseguiamo il nostro percorso che ci porterà nel meraviglioso mondo delle Opzioni.  Oggi studiamo le 2 tipologie di opzioni che sentiamo spesso nominare: CALL e PUT

Come sempre se avete dubbi o domande potete rivolgervi a noi tramite il nostro forum che trovate  a questo link.

Vi ricordo inoltre che per simulare e studiare quanto esposto durante questo percorso potete scaricare gratuitamente il software Fiuto Beta da questo link.

Buona lettura!


CALL / PUT

Le Opzioni sono di due tipi: Opzioni Call ed Opzioni Put.

Le opzioni Call sono contratti che conferiscono al compratore la facoltà di acquistare un certo quantitativo del sottostante alla scadenza (oppure entro la scadenza) al prezzo di esercizio (o strike price) già prefissato.
Il compratore paga un premio per ottenere questa facoltà ed è quindi certo di sopportare tale costo.
Ovviamente c’è anche il venditore di call, quindi chi vende un’opzione call si assume l’obbligo di vendere alla scadenza quel dato quantitativo di sottostante e di ricevere come pagamento il valore del prezzo strike della opzione Call venduta, oltre al premio ottenuto dal compratore.

 

Le opzioni Put sono contratti che conferiscono al compratore la facoltà di vendere un certo quantitativo di sottostante alla scadenza (o entro la scadenza) a un prezzo prefissato. L’acquirente paga il premio per ottenere questa facoltà ed è quindi certo di poter far fronte al costo del premio da pagare. Il venditore di Put è pronto ad acquistare alla scadenza quel dato quantitativo di sottostante e di pagarlo il valore dello strike della opzione Put, detratto il premio ottenuto dalla vendita. Il vantaggio di queste opzioni, sia call che put, per il compratore è dato dal fatto di poter stabile a priori una perdita massima, cioè il premio pagato e di non dover impegnare il capitale necessario per entrare a mercato direttamente con il sottostante.