Riporto dall’articolo del 4 giugno, giusto per avere un filo logico:

E’ un paio di settimane che l’indice italiano si avvicina al precipizio e poi torna indietro.

Il precipizio, ovviamente, è l’ ema verde ora poco sopra quota 17000.

Guardo il grafico e mi viene da pensare che nel precipizio ci cadrà.

Tranquilli, la vostra Cannavacciuolo della finanza non possiede la sfera di cristallo.

Le sfere di cristallo non esistono e se sono esistite sono esaurite.

Esiste, pero’, un metodo che applicato a disciplina  ci aiuta a comprendere cio’ che sta succedendo sui vari strumenti e mercati.

Ma questa è un’altra storia! Ne riparleremo a ottobre a borsa italiana! :)

Ma veniamo all’italica borsetta:

L’indice ha perso l’ema verde e ora giochicchia con quella gialla.

L’amico UGO è ancora impostato al ribasso.

Nelle prossime giornate è importante che area 16500, supporto importante sia su grafico daily che weekly, non venga persa al ribasso per evitare discese il cui primo target  identificabile è posto in area 16100-16000.

Allo stato attuale soltanto il deciso recupero di quota 17000 potrebbe favorire ulteriori salite.

Resto sempre a favore di euro come scritto settimane fa.