Nel pomeriggio di ieri su Mais e Soia sono scattate le vendite dopo i dati sulle scorte pubblicati dal dipartimento per l’agricoltura degli Stati Uniti.

Per la Soia scorte a 141 mln di bushel ed export settimanale a 14.3 mln , inferiore alla settimana precedente, hanno portato i prezzi in area 1260  nel pomeriggio di ieri. Il future scadenza novembre 2013 adesso è sotto le principali medie mobili utilizzate per il medio periodo; questo fattore potrebbe, nel breve , provocare altre vendite, ma bisogna ricordare che sta per concludersi un periodo di stagionalità ribassista, con l’arrivo del mese di ottobre.

CCC Zs DD

Anche il Corn è stato venduto dopo i dati andando a chiudere al livello più basso degli ultimi tre anni (future dicembre). Le scorte sono decisamente superiori alle attese in questa fase del raccolto e questo ha portato gli hegde funds ad assumere consistenti posizioni nette ribassiste durante le ultime settimane. Anche la resa per acro offre dati superiori alle stime per entrambi i prodotti.

CCC ZC WW

Il Wheat, al contrario è, tra i tre, quello meglio impostato anche tecnicamente, oltre ad aver ottenuto un risultato inferiore alle attese per quanto concerne le scorte disponibili. Sul Wheat sono in atto ricoperture dopo il raggiungimento di quota 50.000 contratti al ribasso di due settimane fa. Attualmente il future marzo 2014 è al test di una resistenza che, al momento, ha respinto il movimento rialzista di reazione ai dati, ma staziona ben sopra le medie mobili a 200 e 50 gg.

CCC ZW DD

Interessante lo spread Corn / Wheat che sulla scadenza marzo 2014 ha raggiunto quota 234, area da monitorare nelle prossime settimane, in attesa di un possibile ridimensionamento del differenziale, che inizia ad apparire un po’ largo, in base ai fondamentali.

www.giancarlodallaglio.it

Twitter : @GDallaglio