Il pericolo derivante dal freddo intenso in Canada aveva convinto alcuni operatori sulla borsa di Chicago a chiudere parzialmente  posizioni ribassiste in essere venerdì scorso, provocando un rimbalzo delle quotazioni sul comparto dei grani, ma già da lunedì sono riprese le vendite per Soia, Frunento e Mais.

Ad influire sui prezzi c’è sicuramente anche la forza del dollaro Usa, che si sta apprezzando da settimane contro una serie di valute. Questo determina che la diminuzione della domanda di materie prime quotate in dollari in questa fase di mercato, dal momento che il loro acquisto risulta meno conveniente.

L’estate 2015 fino a questo momento si è rivelata la stagione “perfetta” per la semina contrariamente a quanto accaduto nei precedenti 15 anni. in particolare per Soybeans e Corn abbiamo una percentuali di campi seminati giudicati da buono ad eccellente che va dal 72 al 74% quest’anno, il miglior risultato dal 1994.

Scopri il nuovo corso di opzioni su materie prime di commodities trading. 

Mentre le quotazioni scendono quindi ulteriormente, cresce l’attesa per il report Wasde mensile che sarà pubblicato giovedì 11 dal dipartimento per l’agricoltura Usa venerdì pomeriggio. L’attenzione sarà concentrata sulle proiezioni di resa per acro dei campi seminati in questa fase delicata della maturazione dei raccolti. Per il Corn le attese indicano 170.7  bushel per acro in rialzo rispetto al precedente 167.4 , mentre la Soia è vista a 46.3 contro i 45.4 precedenti.

C’è anche da dire tuttavia, che le quotazioni sono a livelli che non si vedevano da tanto tempo e questo elemento fa pensare che presto potrebbe scattare un aumento della domanda da parte dei “commercial”, soprattutto sulle scadenze futures del 2015, approfittando del razionamento dei prezzi in atto.

Soia weekly

Soia

A questi livelli, sul Corn e non solo, si possono iniziare ad implementare strategie di trading in opzioni su scadenze 8-10 mesi, per approfittare della più che probabile ripresa delle quotazioni da questi livelli.

Corn

Corn

Leggi  www.commoditiestrading.it