Cari lettori Questo intervento è fatto di due parti, la prima, e me ne scuso,  è uno sfogo  !  la seconda è quella dell’analista. Chi non fosse interessato allo sfogo può quindi passare direttamente alla seconda parte.

Recita  lo spot che da anni ci sorbiamo su tutti i media “ Monte dei paschi una storia italiana” mai un spot come questo è stato più azzeccato, dentro il monte dei Paschi ci sta tutta la storia italiana che dai tempi dello scandalo della banca romana  di fine 1800  si ripete  ciclicamente.  ( per gli appassionati di storia  invito alla lettura di  http://it.wikipedia.org/wiki/Scandalo_della_Banca_Romana   in cui ritroverete sicuramente aspetti simili a quelli odierni).

Nulla mi fa più arrabbiare di disastri annunciati e visibili anni luce prima che si palesino.  Gli indizi non mancavano bastava farsi alcune domande  e osservare alcune diciamo “grosse incongruenze”

1-      Perché MPS compra  Antonveneta nel 2008 pagandola 3/4 miliardi un più di quello che era sta scambiata pochi mesi prima ?

2-      Perché a guidare la banca fino al 2012 resta una persona ( Giuseppe Mussari)  palesemente incompetente in materia ?

3-      Perché la stessa persona dopo i disastri fatti viene “promosso” e diventa presidente  dell’ABI ? (associazione bancaria Italiana). Se me ne accorgo io che è un persona incompetente (ed io non sono sicuramente  dotato di una intelligenza superiore alla madia)  vuoi che i suoi colleghi banchieri non se ne siano accorti ?

4-      Perché da ormai più di tre anni qualunque correntista  della banca si vede proporre come  unico investimento possibile e conveniente dal povero  sportellista  stressato dal budget  che gli hanno imposto dei fantastici Bond emessi dalla banca, spesso non quotati e gravati da una bella commissione di collocamento del 3% (leggasi il giorno dopo che l’ho comprato , se il titolo è quotato mi và subito da 100 a 97)  ?

5-      Perché in tutti questi anni nessuna parte politica ha mai attaccato l’operato della banca, difendendo sempre  il suo consiglio di  amministrazione ?

6-      Perché  una banca nei numeri fallita già dal 2009  continua a spendere soldi in sponsorizzazioni , pubblicità e  lauti compensi al management che ha così bene operato nell’interesse degli azionisti e dei correntisti  ?

Le risposte come sempre in questo Paese ce le darà probabilmente  la magistratura fra dieci anni quando ormai i disastri saranno tutti  compiuti, molti dipendenti avranno perso il posto di lavoro  e nessuno si ricorderà più di questa  storia che sarà finita su wikipedia a fianco di tutte le altre “storie italiane” .

Lo stato italiano  (quindi sempre Noi)    prestiamo con l’ultima legge di stabilità  quasi 4 miliardi alla banca sotto forma di Monti Bond. E’  irrilevante se questi arrivano o meno dall’IMU appena pagata, tanto sono sempre i nostri soldi.

Avete ormai capito cari lettori che lo spot  da incubo che  ci accompagna da anni lo abbiamo pagato noi, così come noi abbiamo pagato i  compensi e i premi che si è preso Mussari con tutto il suo consiglio di amministrazione ( è che non ci ridarrà mai).

Fine dello sfogo , passiamo alla parte di analisi.  

Il nostro mestiere è quello di fare gli analisti finanziari e quindi quello di cercare di capire come si potranno evolvere le cose cercando di cogliere le opportunità.

Per farlo  spieghiamo brevemente cosa sono i Monti Bond,   un prestito di circa 4 miliardi con  un tasso di interesse del 9% !!   sì avete  capito bene 9%  una sorta di moderna forma di strozzinaggio di Stato.

E’ evidente a tutti  che la banca non sarà in grado di pagare queste cifre e che,  seguendo le regole dell’aumento di capitale deliberato venerdì,lo Stato italiano diventerà progressivamente  nei prossimi 4 anni l’azionista di riferimento.  Chi mi conosce da tempo, sa che su MPS ho sempre detto che i destini non potevano che essere due , o diventare banca di Stato o essere venduta a qualche banca straniera interessata a sbarcare in Italia,  la soluzione migliore per le tasche degli italiani sarebbe stata la seconda ma puntualmente  si verifica la prima ( sempre nel nostro interesse naturalmente !) .

Se è vera questa tesi allora quanto dovrebbero rendere le obbligazioni  già sul mercato e  quotate di MPS ?  In teoria quello che rendono gli equivalenti titoli di stato di pari duration , questo direbbe la teoria economica, in quanto il rischio emittente è lo stesso.  Guardando ai rendimenti a venerdì scorso   così non è!

Questa potrebbe quindi essere una buona opportunità da cavalcare, se il mercato si convincerà che la banca è ormai Banca di Stato i rendimenti dovrebbero convergere verso quelli dei titoli si Stato Italiani a di pari scadenza.

La vera incertezza ora è una,  quale sarà la fuoriuscita di asset dalla banca nei prossimi mesi?  questa storia italiana che finisce di prepotenza sui telegiornali spaventa i correntisti, molti ( arrivati a questo punto senza motivo  razionale,avrebbero dovuto preoccuparsi prima) chiuderanno i conti e sposteranno risorse su altre banche  contribuendo ad aggravare la situazione di bilancio,  bisognerà vedere quanto questo fenomeno sarà pronunciato.

Oggi monte dei paschi ha 6 milioni di conti aperti , se riuscirà a  non perderne  più di un milione la situazione sarà gestibile perché comunque vi sarà un drastico calo del personale nei prossimi anni ( non meno del 20%), se invece si produrrà l’effetto valanga i minimi dei bond saranno ancora da vedersi e questo  a cascata potrebbe anche peggiorare la situazione dei rendimenti dei titoli di stato.

La notizia buona è che da oggi  le obbligazioni di monte dei Paschi passano sotto attenta osservazione, da una parte inizieremo a spulciare tutti i regolamenti delle singole emissioni per essere pronti a cogliere delle opportunità,  dall’altra  guardiamo nelle filiali MPS quanta coda c’è fuori per entrare.

Alla prossima .. ..