Che fai Paola, inizi con una detto comune? Beh, ci sta proprio e lo trovo quanto mai vero. E quindi ragazzi miei, dopo Saipem che apri’ in gap down del 38% Il 30 gennaio, dopo Eni che sul finale di seduta del 7 febbraio perse in un attimo il 6%, oggi tocca a Finmeccanica aprire con una perdita del 14%.

Vabbè, direte, ci sono di mezzo scandali su mazzette pagate per ottenere contratti e sono inquisiti i vertici delle società. In fondo anche berlusconi ha dichiarato pochi giorni fa (ma nessuno dei giornali l’ha riportato) che è normale pagare mazzette per ottenere contratti.

Penserete, allora, che “se non c’è due senza tre..” arrivato il terzo oggi con finmeccanica, non puo’ succedere piu’ nulla. Dal mio punto di vista è l’esatto contrario. Tre campanelli di allarme suonati su titoli dell’ indice principale, non su un titolo sottile!

E tralascio volutamente lo scandalo Mps che vedeva, ai tempi, draghi a bankitalia. Ma su questo tutti i media tacciono.

Fate attenzione, non fate l’errore di pensare che siano prezzi buoni per comprare. Non è cosi’. Il sistema per capire quando uno strumento è da comprare è ben lontano da darmi segnale buy su questi titoli e sull’indice italico. Non pensate che gli indici possano soltanto salire.

Oggi vi posto grafici mensili dei tre indici usa, del dax e dell’italica borsetta (qui sono buona e mi posto anche un giornaliero) e del vix.

Guardateli e ragionate.