Mi sta costando soldi. O meglio, una diminuzione del guadagno.

Avrei potuto stupirvi con effetti speciali, avrei potuto dirvi che i mercati sono irrazionali ed in balia delle notizie. La realtà, Amici miei, è che i grafici sono li’, ci parlano….. e se noi non siamo in grado di ascoltarli sbagliamo.

Oggi, il complimento piu’ bello che potessi ricevere è stato sentirmi dire: Sai una cosa Paola, grazie a te ed al libro che stai scrivendo, sto vivendo questa giornata senza ansia. (ebbene si’, qualcuno oltre a Stella sta seguendo l’evoluzione del mio libro….  È colui il quale scriverà il capitolo conclusivo.)

Ecco, mi ha fatto sentire ripagata di tutti gli sforzi e dell’impegno che metto in tutto quello che faccio, compreso scrivere con costanza su Lettera di Borsa.

Ma veniamo al mio gain incassato ma che, col senno di poi, poteva essere molto di piu’, anzi sarebbe stato sicuramente di piu’, perché ancora il movimento è tutto in essere ed era a mio favore.

Ero long di  Bund da giorni (da quando l’oscillatore, su base daily, aveva fornito segnale long) sino ad ieri, sino a quando sul grafico a 30’ i prezzi hanno perso al ribasso la Ema65 a 143.32.

Perché l’ho chiuso? Perché sul grafico daily, erano troppi giorni che non prendeva davvero direzione, con i prezzi nuovamente vicino alla Ema25 e 65, ma soprattutto perché l’oscillatore si trovava sotto area  50. Ed una delle mie regole è “ Se capisci che un’ operazione è a rischio, non permettere che un gain si trasformi in loss….”

Cosi’ sono passata alla cassa. E poi….. e poi quando tutti i mercati, euro compreso, hanno bruscamente mutato la forte direzione up ( italia da 3.70% a negativa), beh, ero in altre cose affaccendata.

Per quanto “scafata” possa essere, non smettero’ mai d’imparare dai mercati! ;-)

Ah, dimenticavo di postarvi anche il Vix! ;-)