Non è un mercato tecnico questo in cui si possano fare sbrodolare fondamentali. Gli indici europei sono alla canna del gas, se guardate il nostro indice anche un Sequential non fa primavera sul daily. Il VIX (volatilità implicita delle azioni SP500) si sta impennando, i mercati fiutano la prossima crisi che si scatenerà il 17 giugno in occasione delle elezioni greche. Fino a quel giorno navigheremo a vista e anche le notizie drammatiche che provengono dalla Spagna non riescono a smuovere le acque, seppure in negativo, ma tant’è. A livello di analisi tecnica ciclica sul Nasdaq, che fino a poche settimane or sono era il migliore mercato in assoluto per forza relativa, siamo sul supporto che era la vecchia resistenza. Qui ci giochiamo il futuro. E’ chiaro che se anche il Nasdaq dovesse scendere sotto il supportone allora siamo fritti. I commenti stanno in poco posto, dobbiamo semplicemente aspettare il 17 giugno. Fa sicuramente sorridere guardando il grafico trimestrale dell’Indice il Sole 24 Ore verificare quando il povero Tomasini iniziò la sua avventura borsistica e confrontare quella quotazione con quella attuale … sembra che la Borsa abbia cancellato la storia recente.

www.emiliotomasini.it