Come ti faccio il 1000% di rendimento su base annua con un iron condor in tre semplici mosse

Utilizzando il metodo di lavoro illustrato nei precedenti articoli, grazie alla piattaforma TradePort siamo in grado di snidare quotidianamente operazioni ad alto rendimento e basso rischio potenziali in opzioni su azioni ed ETF statunitensi. Riporto un esempio relativo ad una operazione reale fatta nel mese di marzo

Il titolo Dicks Sporting Goods, simbolo DKS, il 7 marzo è apparso nei nostri radar per una potenziale operatività.  Il giorno 8 pagava un piccolo dividendo, 0.225$ per azione rispetto ad un prezzo di chiusura di 32.08$. Il giorno 13 inoltre rilasciava l’annuncio degli utili, solitamente un market mover importante.

Utilizzando la funzione price trajectory chart di TradePort siamo andati a vedere quali estremi di prezzo potevano considerarsi “sicuri” al 90% di probabilità:

La piattaforma TradePort ci ha indicato nei livelli 28.74 e 35.92 gli estremi possibili su cui collocarsi con una altissima probabilità di successo.

Abbiamo quindi sfruttato la funzione Option Matrix di TradePort per andare ad indagare il potenziale reddituale di operazioni effettuate in opzioni con strike prossimi ai livelli di cui sopra e abbiamo trovato quanto segue:

Sul fronte inferiore la vendita di put strike 28 e scadenza 16 marzo, 9 giorni di calendario dalla data corrente, con copertura tre dollari più sotto poteva produrre un credito  netto di 0.32 dollari per azione:

Facciamo due conti rapidi: 0.32 di credito netto a fronte di 2.68 di rischio netto fa un 11.94% di redditività attesa con una probabilità di successo superiore al 94%, come ci indicano le valutazioni probabilistiche basate su diverse metodologie di stima e riportate nella parte inferiore della tabella. Siccome tutto si svolge in soli 9 giorni di calendario, l’aspettativa è di una redditività del 484% su base annua!

Vediamo cosa si poteva fare sul lato call:

La vendita di call 36 coperta con l’acquisto di call 39 forniva un credito atteso di 0.30 dollari per azione a fronte di un rischio di 2.70 ma con una probabilità di successo superiore al 94% anche in questo caso.

L’applicazione simultanea dei due spread di cui sopra ha prodotto un credito complessivo di 0.60 dollari per azione, a fronte di un rischio di 2.40. Rifacciamo dunque i conti: si tratta di un rendimento del 25% sul capitale impiegato, con una probabilità di successo del 94% e in soli 9 giorni di calendario. È il 1014% su base annua.

Come è andata a finire è storia.