Stavo per andarmene a casa dopo una giornata in ufficio abbastanza pesante, quando balza fuori la notizia del downgrade spagnolo un gradino sopra a “junk”…spazzatura, poi scorro ancora le notizie…e noto interessanti dichiarazioni del…Fondo Monetario, addirittura, in stridente contrasto con il loro conclamato e continuo liberismo e principi di libera circolazione dei capitali, e mi sono detto…qualcuno dev’essere seriamente spaventato.

A parte che i mercati azionari ondeggiano, dopo soli 3 gg. di ribassi, sui livelli di supporto di pre QE3….e che il Trading System sulla volatilita’ che adopero sia ad un passo dallo smettere di venderla per farmi ricomprare lo short ( dopo aver consegnato , a chiusura di ieri, un onesto +31,42% lordo da inizio anno), cosa che non faceva da parecchio tempo….

Insomma, pare che la Spagna si stia facendo parecchio male…pare che passeggiare per Madrid e Barcellona si vedano scioperi, homeless, disoccupati in fila, disordini e negozi vuoti.

Eppure, Rajoy non chiede il salvataggio e gli Eurocrati ci prendono per i fondelli e ci dicono che la Spagna “non ha bisogno di salvataggi”.

Eh no…non hanno bisogno di un salvataggio, ma con la crisi bancaria che attraversano , un prete forse servirebbe di piu’..per l’estrema unzione.

Perche’ vedete..al contrario di quel che NON vedete nei telegiornali di casa e quasi nemmeno nei media non mainstream italiani, e’ che in Grecia e in Spagna scommettono sul fatto che l’Eurozona andra’ a pezzi, e, ovviamente, nessuno vuole tenere Euro in banche spagnole o greche e vederseli trasformare in qualcos’altro dalla sera alla mattina..e a mattina vederseli svalutati di un 30% minimo.

Il meccanismo e’ semplice…i depositanti spostano i soldi..in Andorra, in Svizzera, in Lussemburgo…e dato che le banche stanno in piedi con una cosa che si chiama “riserva frazionaria”, cioe’ hanno in cassa, in contanti, solo una piccola percentuale dei loro depositi, e il resto e’ “investito” in prestiti contro “assets” ( immobili vuoti sulla Costa del Sol ad es.) o prestato a municipalita’, regioni o a uno Stato insolventi..beh, e’ un sistema che sta in piedi solo sulla fiducia.

Ed e’ quello che sta succedendo in Spagna e Grecia…risparmiatori che vogliono I loro soldi, e banche insolventi che non possono distribuire fondi che non hanno. La gente capisce…e la fiducia la perde. Nessuna situazione si alimenta cosi’ in fretta di se’ stessa e delle sue paure come un “bank run”…

E quindi..improvvisamente, il Fondo Monetario raccomanda che la Spagna ( e altri Paesi in equilibrio instabile..attenzione..), prendano “provvedimenti, a livello nazionale” per impedire questo drenaggio di fondi..attenti bene, qui parlano di controlli sulla circolazione dei capitali.

Ma..un momento..non e’ mica in Italia che c’e’ un limite al prelievo di contanti?

E non e’ che la sorveglianza sul confine Svizzero e’ particolarmente aumentata?

Di solito e’ buona idea vedere in anticipo I segni di quello che verra’…io me ne sono andato nel 2007…allora era facile ..e 420.000 euro acquistavano un milione di dollari neozelandesi…adesso ce ne vogliono 640.000…per lo stesso milione di dollari neozelandesi.

Ad andarsene nel 2007…nessuno mi ha fermato, anzi , mi hanno augurato buona fortuna.

 

Nel prossimo futuro, potrebbero lasciarvi partire solo con le valigie di cartone..in cerca di miglior fortuna.