Scaduti Venerdi i call spread 16000/16500 a filo dello strike inferiore, mentre dopo il quasi consueto rally dell’ultimo giorno prima della scadenza le borse europee iniziano a riprendere fiato.

Abbiamo eseguito il test in area 16.200 e 1450 di sp500 e la zona per ora ha tenuto e anche bene.

Lostorno e’ iniziato, con Google che ha dato il via al take profit.

Questo rally di borsa e’ fatto di quantitative easing e di stoploss di benchmark funds che inseguono il valore di riferimento.

Non ci sono segnali di miglioramento economico e la discesa degli spread è solo parte di un processo ciclico. La ripresa italiana probabilmente ha ancora 9 mesi prima di arivare.

Le news cinesi dicono che la crescita orientale sta rallentando, e in america il venerdi’ ha chiuso con un meno 1.5% abbondante che non vedevamo da parecchio.

La volatilità del Vstoxx index e’ sotto al 20% e questo segnala un possibile punto di minimo (massimo deigli indici) di medio periodo.

Per la scdenza novembre lunedi’ posteremo una nuova strategia che punti ad uno storno/tenuta laterale dei range. Ci sono elementi molto chiari per un rientro al range precedente 15.400 / 15.800.e la zona sotto 15.000 pare essere il supporto primario del movimento.

Non dimentichiamoci che il BTP ha raggiunto gli obiettivi e ora sta tradando ad un livello molto superiore al 106.00/106.50 che pare la zona di mean reversion.

Eurodollaro sopra 1.30 da fastidio alla ripresa Eur e sotto 1.25 pare sgradito ai trader USA… insomma anche li la mean reversion area 1.2750/1.28 è presente.

Dopo l’apertura di Lunedi’ imposteremo una nuova strategia, forse sulle opzioni weekly che ora paiono di nuovo liquide a sufficienza.