Dopo il recupero di ieri, che peraltro resta ancora ben sotto ai livelli del minicrash iniziato il venerdi’ di pascqua, inizia la fase laterale di consolidamento.


Supporto 14.400 ma ancora piu’ netto 14.600.

ieri nella zona di target tecnico fra 14.590 e 14.605 sono apssati di mano moltissimi copntratti e parimenti sulla zona 6800 del Dax che si confermano livelli importanti anche nel move di ieri.


Una voce fuori dal coro per il Bund che non scende ancora complice la risalita dei titoli di stato periferici e la chiusura di spread effettuata con il recupero di questi ultimi.

Il livello di tenuta in zona 139.85/90 evidenziato dal chart giornaliero si e’ confermato.

Solo la violazione dell’area porta a nuovi movimenti di discesa.

Fra i titoli corposi dell’indice si è finalmente vista la reazione di ENI ed ENEL che hanno seguito le banche nel recupero di ieri.

Enel sopra 2.50 (resto dell’idea che sarebbe piu’ adeguata sopra 3.20) ed ENI sopra i 16.50 finalmente mostrano un inizio di risveglio.

Banche toniche ovviamnete guidano la risalita del nostro indice ma ancora sono distanti dai livelli delle settimane passate.

UCG ritorna a 3.20 ma ancora è al 10% di distanza dai livelli prepasquali.


Giornata quindi di consolidamento, probabile nuovo test delle resistenze.

un ritorno a 15.000 di indice (2% ulteriore dai livelli delle 17.00) porterebbe l’indice ai livelli di giovedi’ prima di pasqua.

Volatilità in calo su tutti i prodotti su Maggio, Aprile che scade fra due giorni tiene ancora per la fortissima reattività delle opzioni (gamma).