Rendimento Fondi produce ogni mese un ranking dei migliori fondi autorizzati in Italia attraverso un algoritmo proprietario denominati ETI. La selezione avviene su un universo di circa 4000 fondi denominati in euro o coperti, con uno storico superiore ai 3 anni, solo fondi ad accumulazione.

Finora nella newsletter Rendimento Fondi avevamo inserito solo il ranking dei fondi di investimento e non quello degli ETF presenti nell’universo dei 4000 fondi con l’intenzione di rendere un servizio al lettore che presumevamo interessato più ai fondi che agli ETF benchmark di categoria.

Un lettore però ci ha fatto una osservazione incontrobattibile: perché ci ostiniamo a cancellare gli ETF dal ranking ? Perché non dobbiamo segnalare al lettore che in una categoria i fondi sono talmente poco performanti che un semplice ETF che replica il mercato riesce a fare meglio di tutti i gestori (caso parziale della categoria fondi geografici USA o categoria settoriali finanziari ad esempio senza fare nomi) ? Noi pensavamo fosse logico fino a quel momento di segnalare i migliori fondi ai lettori e non i migliori ETF ma la domanda del lettore è stata talmente tagliente che ci siamo trovati in imbarazzo: perché comprare un fondo quando un ETF anzi tutti gli ETF considerati benchmark di quella categoria fanno meglio ?

E ancora visto che di solito per i lettori la gioia maggiore è proprio quella di rigirare il coltello nella piaga: perché se c’è un solo fondo o una manciata di fondi che fa meglio degli ETF di quella categoria non metterlo in risalto paragonandolo proprio agli ETF (caso dei geografici USA) ? Insomma, il lettore ha ragione, come fare a dargli torto ? Se hai torto hai torto, qui nessuno è maestro per grazia ricevuta e i gradi te li conquisti sul campo, facendo domande intelligenti come questa.

Quindi per la prima volta da questo numero di Rendimento Fondi entrano in azione gli ETF, che in talune situazioni incredibilmente rendono vano completamente il ranking dei fondi: categoria finanziari ad esempio e categoria azionario USA. In queste categorie se compravate un indice che replica il mercato avreste fatto meglio di tutti gli altri gestori. Ecco, questa è la notizia che l’industria del risparmio gestito non vuole che noi scriviamo. E il bello è che l’avete appena letta. Non è un giudizio di Tomasini, che potrebbe essere soggettivo, è una formula matematica che in Tribunale ha una caratteristica: è inopinabile.

Questo è … se vi pare … e se non vi pare fa lo stesso.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO DI SPIEGAZIONE SULL’ALGORITMO ETI >>

geografici USA

finanziari

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO DI SPIEGAZIONE SULL’ALGORITMO ETI >>