Le notizie sono molto miste:

Dexia sta saltando per aria e deve essere salvata.

Il rating dell’italia viene abbassato da un altra società di analisi (Fitch) mentre Sarkozy e lMerkel producono un “piano” che si vedrà a fine mese.

In questa incertezza il Fib fa un nuovo massimo sulla fiducia, il Dax ripete il range di ieri più prudentemente. Il canale ascendente del fib passa adesso per 15.510 dove c’e’ un gap e il cedimento di 15.400 apre la strada al consolidamento laterale fra 14.800 e 15.200.

Finche’ regge sopra 15.500 pur essendo molto tirato rimane nel canale.

Sulla mezz’ora invece l’indice tedesco, dopo aver fatto uno storno profondo nell’after hour verso le 21 di venerdi ha riaperto in area 5750 ritestando i massimi precedentio per poi ripiegare sotto 5.700 a chiudere il gap.

E’ evidente come il mercato italiano in questa fase continui a sovraperformare il Dax.

Nello scenario di consolidamento a rialzo quindi fino alla tenuta di 5.660/5640 anche il Dax resta positivo ma ha meno forza dell’italiano.

I BTP non reggono il confronto col Bund che sovraperforma (di poco).

In questo movimento il cambio Eurodollaro ripete il range di Venerdi, e per ora non riece a fare nuovi massimi. La scadenza opzioni su cambio Eurofx di Venerdì ha accelerato la volatilità del cambio per i ribilanciamenti dell’ultimo giorno:

Sotto 1.3460 perde velocità e ripunta alla zona in cui ha lavorato molto di 1.3380/1.3420 di nuovo.

Riassumendo, range trading ma con volatilità ancora alta, è da capire bene dove sia il top e il bottom del range, dirie che lazona di chiusura di giovedi’ area 15.250 sia lo spartiacque sotto il quale i corsi scendono di nuovo.

Mi fa un po’ paura che stiamo salutando con un rialzo un intevento di SALVATAGGIO delle banche promosso dai politici….

il testo della Reuter dice che per il 3 novembre avranno la soluzione a tutti i problemi economici:

Grecia, banche e coordinamento economico… chissa’ perche’ non lo abbiamo già fatto 6 mesi fa, sarebbe costato a tutti molto meno….. in attesa del 3 novembre, viviamo alla giornata godendoci la salitina di oggi che non è confermata da una buona discesa della volatilità implicita (leggi: ci sono ancora acquisti di protezione sui portafogli)

German Chancellor Angela Merkel and French President Nicolas Sarkozy said after talks in Berlin on Sunday evening that their goal was to come up with a sustainable answer for Greece’s woes, agree how to recapitalise European banks and present a plan for accelerating economic coordination in the euro zone by a G20 summit in Cannes on Nov. 3-4.