La notte di Halloween sui mercati non ha portato dolcetti, ma solo scherzetti.

Lo scherzetto della salita l’ha fatto il bund, che dalle 17.30 è partito a razzo ed ha realizzato altri 100 punti abbondanti chiudendo alle 22 a 136.60. Ovviamente il BTP future era chiuso dalle 19.00 ma il calcolo è presto fatto sono altri 8 basis points e siamo ad un teorico fra i 415 e 420 BP di spread sul Decennale.


Il Dax ha proseguito la discesa fino a portarsi a 6.100 circa ormai a 1.2% dal prezzo di Giovedì scorso quando arrivò il piano EFSF (Ricordo che fin dalle prime ore dal suo rilascio malgrado il rally segnalavamo che non era consistente e che tutto sarebbe tornato presto ai valori prepiano)

Anche qui dalle 17.30 c’e’ stato un altro cedimento di circa 1%.


Un altro grafico stupendo da vedere è quello dell’Eurodollaro. Anche qui i trader hanno detto: se non cambia nulla, torniamo dove eravamo… ed eccoci infatti ritornati ai livelli di pre-piano in zona 1.3800.

Anche qui vale il vecchio proverbio delle sale mercato:

Se non sale, scende !

E stiamo già provando i minimi del range, con rischio di rivedere a questo punto correnti maggiori di acquisto dollari perr riprovare la base del consolidamento di medio periodo in zona 1.3550



La borsa italiana è molto simile all’Eurodollaro. Come dicevamo, il range consolidamento 15.800 / 16.200 che stava durando da qualche tempo prima del piano si è adesso rivisto, con il Dax che sovraperforma le borse periferiche.

Per l’apertura di oggi, se confermiamo i prezzi di ieri sera sulla chiusura in america, il 15.960 delle 17.30 proietta ad un ulteriore calo di circa 1% SOLO PER RIALLINEARE l’afterhours che porterebbe a raggiungere la base del range precedente a 15.800.

MA…… lo spread si è ulteriormente allargato quindi direi che un 10 basis points oltre i massimi valgono un ulteriore 0.5/0.7% perr un obiettivo di 15.700 circa che fra l’altro è il supporto orizzontale visto gia da parecchie sedute.


Segnalo che  alle 10.10 sarò in collegamento con Class CNBC alla trasmissione di Giuseppe di Vittorio.