I volumi sui mercati sono in netta diminuzione, il caldo si fa sentire e molti gestori tirano i remi in barca. Agosto è alle porte ma il rischio che l’ottavo mese dell’anno possa riservare soprese negative è concreto. Se guardiamo alla settimana che è appena iniziata, ad esempio, possiamo notare che è piena di appuntamenti che potrebbero facilmente scuotere i mercati.

Italia : Non solo il Pdl ma tutti gli schieramenti politici in Italia sono in fibrillazione perché domani , a meno di una richiesta di rinvio da parte della difesa con conseguente rinuncia alla prescrizione, la Cassazione potrebbe dare la sentenza definitiva sul caso diritti Mediaset. Nessuno conosce quale potrebbe essere la reazione dei mercati e l’impatto su borsa e rendimenti dei titoli di Stato ad una eventuale condanna in via definitiva di Berlusconi ma l’incertezza, si sa, non è una cosa positiva soprattutto in un momento storico così delicato.

Dati macro: Per L’Italia domani si terranno anche alcune aste di emissione per titoli a medio e lungo termine. Mercoledì la decisione di politica monetaria Usa dopo la due giorni di riunione del board della Fed, oltre al Pil del secondo trimestre. Giovedì riunione della Bce e conference call di Draghi e venerdì il gran finale con i dati mensili sugli occupati Usa. Quattro giornate piene zeppe di appuntamenti in cui, c’è da scommetterci, si potrebbe ballare parecchio.