Francia, Italia e Spagna hanno rinnovato lo short selling ban fino a novembre, con comunicato di ieri sera.

L’euro tiene, la borsa da un segnale di stop della salita, e quanto meno lateralizzazione, mentre l’america ieri è scesa in serata.

La candela di ieri, per quanto tenga il bianco, segnala una seduta interna al range precedente, con il tentativo upside bloccato dalla resistenza a 14.800.

L’idea di base è che sotto i minimi di ieri (14.500) ci sia da vendere upside (ma come scritto sopra è proibito dal regolamento, quindi nulla da fare sul mercato italiano, a questi prezzi l’acquisto per il trading di derivati di breve lo ritengo troppo pericoloso per l’altissima volatilita’ implicita che resta oltre 45% sull’ ATM. Il rischio di un drop della volatilità sulla salita e perdere il premio è piu alto che il profitto che si puo’ fare (a ribasso non si puo’ lavorrare)

L’indice SP500 americano è in zona molto neutra area 1170 come gia’ detto la settimana scorsa, e’ passato sotto e potrebbe tentare 1120 ma anche lui è in balìa delle news europee, anche in america la fiducia degli investitori è minata dalle incertezze della politica sul  EFSF (il presidente Obama  ha parlato ieri sera sull’argomento)

Il cambio Eurodollaro ha testato la zona 1.34, poi  1.37 ed è stato respinto, ha trovato un’area neutra in area 1.3550/1.3650 e resta in attesa di eventi. volatilità anomale per il cambio rispetto alle storiche, siamo a 18% che denota forte tensione anche sulle divise.

Il future BTP è sofferente, sta lateralizzando dimenticato a questi livelli di rendimento, sale solo quando compra la BCE e lo spread si sta stringendo perche’ scende il bund, non perche’ sale il titolo italiano, fino a che non rompe a rialzo con decisione un livello resta li nel limbo in area 5.50% di yield

RIASSUMENDO

Un quadro poco chiaro, con la possibilità di move rilevanti a seguito notizie sull’europa.

Oggi vota la Germania, astenersi dal prendere posizione in quanto l’evento esterno alla dinamica dei prezzi è POLITICO e non economico.

L’idea che mi turba stamattina è che il chart punti a 5.350 del dax, 1120 di spx e forse 14.200/14.000 di fib, con un cambio eurodollaro sotto 1.3450 ma spero di sbagliarmi e che sia solo un timore irrazionale.