Ecco la news che ha fatto scendere il dax del 4% in 15 minuti ieri….

Evidentemente i nostri cugini americani vendono europa. Non possono vendere altro per il ban imposto dai regulators e allora vendono il dax.

E lo vendono senza criterio, evidentemetne volevano shortare qualcosa in europa come macrohedge ed ecco che le vendite non sono assorbite.

Troppi lotti, troppo velocemente. Mentre il BTP staziona in area 5% e l’eurodollaro resta intrappolato in range largo fra 1.42 e 1.45.

Stasera parla Bernanke, che se l’economia tira sospenderà gli interventi sui bonds.

Risale ancora la tensione sull’oro che dopo aver testato il supportone a 1740 riprende forza dopo lo short selling ban e risale a 1780 in quanto il test sulla VERA forza dei mercati azionari periferici europei e’ rimandata a fine settembre.

Petrolio immobile a 110 e CHF a 1.14 denotano che solo sui precious metals resta interesse come parcheggio per i timorosi.

Il P/E delle borse e’ bassissimo, rispetto ai parametri storici siamo sottovalutati del 30 40% e più sull’ indice italiano.

In altri momenti sarebbe un occasione di acquisto UNICA, ora la paura supera l’avidità e nessuno entra.

A titolo di esempio l’indice bancario italiano rilevato da Reuters:

L’ultima volta che lo abbiamo visto a questi livelli eravamo ai minimi del 2009 ed e’ risalito del 100%

Sui derivati a questi prezzi viene voglia di costruire dei Double up su bancari (se scende è come essere investiti sul sottostante, se sale si guadagna al doppio delle velocità fino ad un certo livello).

Il barometro ora è rappresentato dal DAX. Unico mercato shortabile dagli americani che vedono la fine del mondo ma soprattutto la fine dell’europa, segnerà il consenso della fiducia sul vecchio continente.

Per ora resta sotto pressione, che si allenta sopra 5.680 / 5.750 inversione solo sopra 6.050.

Il drop di ieri ha mostrato che non ci sono compratori a sufficienza sul prodotto per assorbire l’ondata di vendite americane quindi potrebbe essere sotto attacco il DAX nelle prossime sedute.

supporti come al solito nei downtrend non ce ne sono ma il P/E comincia a pesare anche in germania.

A questi prezzi il dax e’ molto cheap e solo chi vede la fine del mondo nel 2012 è autorizzato a venderlo allo scoperto. Per gli altri, aspettare la rottura delle prime resistenze per entrare.