Mentre durante la settimana le coperture delle aste spagnole sono arrivate e livelli di 7 volte l’offerto e le borse hanno rimesso il naso sopra 14.200 arriva ancora una volta il taglio dei rating si S&P a rovinare la festa.


In rpeapertura oggi risale il bund (ieri dopo i minimi in area 140.20 testando il supporto che avevamo notato a 140.20 la famosa preveggenza dei trader ha spinto qualcuno a ripagare il bund per portarlo di nuovo a ridosso del 141 per il esttlement delle 17.30.

La sfera magica li ha premiati e S&P ha calato la scure.

Oggi ripartiamo a conteggiare dopo il rally eserale del Dax che lo aveva portato di nuovo a 6778  (si, era salito ulteriormente durante la sessione americana) da quota 6700.


Sul daily il bund quindi non buca 140.25 che diventa l’area di supporto da violare per l’inversione e tenta di bucare i massimi.

Salgono le divergenze ma la permanenza degli investitori sul bund resta ancora.


Gap aperto da poter provare a richiudere in giornata se viene ritenuta gia scontato il giudizio sul livello del merito creditizio spagnolo.

Supporto sul FIB in area 14.200 formato ieri, e resistenza in zone 14.400 / 14.650.

Il taglio potrebbe essere un giudizio tardivo dopo i minicrash della scorsa settimana ed avere impatto limitato.

Dall’ Olanda ne news di accordi sono probabilmente piu’ importanti in quanto e’ uno dei paesi Core.


Sul fronte della volatilità uil movimento innescato a ribasso delle ultime sedute mostra  una base in zona 26%. la simmetria delle fasce e’ di circa il 3% e sotto 26 punterebbe a 23% ovviamnete con prosecuzione della fase laterale o leggermente rialzista.


Il future BTP resta sopra i 100 e pare formare una base ma lo spread di rendimento torna sopra i 400 basis points.

Insomma in un movimento che si era impostato con un discreto momentum a rialzo nelle ultime due sedute, ci mette ancora una volta lo zampino S&P e frena la ripresa con un altro taglio.

La cosa peggiore è che da Italiano (si, la I la metto maiuscola, con errore grammatcale ed orgoglio nazionale) non mi rendo conto di vivere in un continente sull’orlo del fallimento….


Sul fib la zona 14.150 è la fascia di supporto,. la sua tenuta mette la struttura in fase laterale fra 14.100 e 14.500 per consolidare i guadangi fatti nell’ultima salita.

il cedimento di 14.100 porta a ritracciare piu’ profondamente, area 13.950 primo obiettivo.