L’indice SPX ha rotto a rialzo l’area 1330 sull’orario, ha raggiunto senza passarla la zona 1345 ed ha effettuato un pullback.

Fermo restando che ha formato (Teoria di DOW) una serie di massimi discendenti e di minimi discendenti sull’orario, chelo pongono in downtrend sull’ora, ha raggiunto in pullback la zona rotta a rialzo.

Si aprono due scenari: ritorno in fascia di congestione 1324/1330 o tenuta della zona e ricerca di spunti per la risalita.

Il tempo stringe anche in america e i giochi di potere sull’ importo del debito e sulle soluzioni per uscire dall’impasse dovranno cessare per trovare una soluzione,s caricando sull’una o l’altra parte le responsabilità.

Sono favorevole quindi al proseguimento della fase laterale e cerco una dip docve comprare, magari con uno stop ravvicinato se cede la fascia di congestione.

Serenità in america farebbe bene anche all’indice italiano che resta debolissimo e continua a sottoperformare rispetto a Dax e sp. La convessità negativa della borsa italiana mi da un po di tensione dato che una tenuta americana non rappresenta necessariamente una ripresa del FTSMib che ha perso allegramente con i mercati migliori in ripresa o laterale.

Il dollaro resta debole sopra 1.45 contro Euro e solo il timore del perdurare delle tensioni sul debito USA mi trattiene dal vendere eurodollaro.