Le tecniche di lungo periodo sono adatte per chi inizia l’attività di trading. Esse permettono di operare in totale relax, eliminando di fatto completamente la componente emotiva, colpevole spesso di portare il trader allo sbaglio. Queste tecniche hanno anche un secondo vantaggio. Permettono di poter prendere decisioni importanti in tutta calma, senza fretta e ponderando opportunamente qualsiasi informazione del grafico. Per permettere tutto ciò è chiaro che gli scenari operativi saranno i grafici daily, quelli a quattro ore e, eventualmente anche i grafici settimanali. Ovviamente più si sale con il time frame e più l’operatività si allungherà a favore però del minor tempo da dover dedicare al trading.

Per poter operare a lungo termine sui time frame prima citati avremo bisogno di andamenti ben definiti del mercato, ovvero il nostro compito sarà quelli di seguire la tendenza principale del prezzo ed individuare i migliori timing di ingresso per ottimizzare il rendimento dei nostri deal. Questo significa semplicemente attendere le correzioni fisiologiche del prezzo ed entrare nel trend non appena le contrattazioni iniziano ad indicare la ripresa della tendenza.

Questo è il vero punto critico della tecnica. Se individuare un trend sufficiente a dare garanzie ed aspettarne i ritracciamenti è una pratica relativamente semplice, d’attesa, che va svolta regolarmente giorno dopo giorno. Individuare i punti migliori di ingresso è più impegnativo e bisogna essere in possesso di un set di strumenti utili che forniscano indicazioni precise. Questi strumenti sono l’analisi candlestick, i livelli di supporto e resistenza, i ritracciamenti di fibonacci e la teoria classica dei cilci. Unendo questi strumenti di analisi le possibilità di indovinare il punto giusto di ingresso aumentano drasticamente, il resto, dopo l’ingresso, lo farà il trend.

Vediamo quindi un esempio per dimostrare come sia semplice e, tutto sommato, basilare utilizzare questa tecnica e prenderne profitto:

Come si vede il grafico è spoglio, nessun indicatore ne oscillatori al di fuori di una media mobile esponenziale a 21 (quella classica), giusto per avere un ausilio allo studio del trend. La tendenza appare long ad un primo sguardo, non c’è bisogno di analisi troppo complicate per confermarlo. Evidente anche il ritracciamento che riporta il prezzo sulla media, fino a testare il livello del massimo predente del trend. In ultimo, una Pin rialzista che indica inversione nel breve periodo, in favore di trend. I questo modo, entrando sulla conferma della candela, ovvero aspettando che i prezzi superino il massimo della stessa, si opera in maniera sicura ed affidabile. Impostati gli ordini pending si può abbandonare la postazione di trading e controllare l’andamento del prezzo il giorno dopo, se grafico daily, o quattro ore dopo se grafico a quattro ore.

Loris Zoppelleto