Rimbalza il btp a sfiorare 92 fra itnerventi e ricerca di occasioni, effettivametne non siamo cosi’ messi male come la grecia ha ragioanto l’investitore italiano e un 7% era parecchio che non si vedeva.

Lo spread rientra a 500 , non perfetto, ma meglio di prima.

Mancano ancora 50 Basis points per essere fuori tensione del tutto.

I grafici sono molto itneressanti sul 30 minuti:

L’escursione del btp e’ AMPISSIMA ma come deve essere dopo le ultime sedute.



Sul Fib avbbiamo visto il credit trading in azione, con overperformance sin dalle prime ore, tenuta come dicevamo della zona 14.800 ed arrivo alla mean reversion a 15.450

A questo punto sull’approvazione del decreto stabilità potrebbe arrivare l’allungo a 15.800 e magari un test sopra.

Non mi stanco di dirlo: quando arrivano i FATTI i mercati reagiscono.

Italia (non ancora ufficialmente ma ormai è questione di ore) e Grecia sono ora governati da due uomini BCE, Monti e Papademos, che sanno esattamente cosa e come devono fare per calmare i mercati e ridare fiducia nei due paesi.

A questo punto mi aspetto una ripresa dei corsi sempre in regime di alta volatilità.